PERSONE LONTANE

(10/11/2005)

...nelle lunghe e dure ore di lavoro in porto si fantasticava sempre sul fatto di cambiare rotta e migliorare le nostre condizioni di vita. Solo due persone riuscirono a fare questo, Paolo e Marino che quindici anni fa migrarono in Costarica. Lo scopo della nostra visita a Montezuma e' stato oltre ad incontrarli, anche quello di scoprire il luogo dove avevano deciso di proseguire la loro strada. E' stato facile rintracciarli e riabbracciarli dopo tanto tempo, ma l'idea, nata nelle discussioni fatte di fronte a una birra nei bar intorno al porto, che vedeva i due fratelli intenti a passare il loro tempo distesi su una amaca a contemplare le onde dell'oceano, vivendo delle rendite delle propieta' da loro acquistate, e' naufragata di fronte alla realta'. Paolo e Marino gestiscono un'azienda familiare che affumica il pesce che viene distribuito insieme a prodotti italiani nei ristoranti della zona e sono tanto impegnati in questa attivita' che non hanno nemmeno potuto rispettare l'appuntamento che ci eravamo dati per discorrere di noi e dei tempi passati.
Ritorno a casa con il mio solito spirito da seminomade, ritrovero' i miei affetti e le mie cose e poi magari ripartiro' di nuovo.
Tornero' al lavoro deluso, dopo aver scoperto che non esiste alternativa per impostare una vita retta, se non immolare parte dell'esistenza al Dio lavoro.
Stanchi drogati, con gesti scoordinati seguono dalla spiaggia, le evoluzioni di un pellicano pronto a picchiare in cerca di cibo...sembrano liberi...ma non e' cosi'...

Ritorna alla pagina precedente